Fax Now: (925) 132-4545

Il think tank per l’eccellenza delle utility italiane

 

Respinta la class action contro Publiacqua per le tariffe 2011-2012

 

 

Per il tribunale di Firenze, Publiacqua non ha messo in atto alcun comportamento illecito, non solo perché la società non ha potere nel determinare le tariffe, ma anche perché non ha tenuto comportamenti commerciali aggressivi e scorretti

 

 

È stata rigettata dal Tribunale di Firenze la class action intentata contro Publiacqua in merito alla presunta mancata restituzione della quota di tariffa relativa alla remunerazione del capitale abrogata con il referendum del 2011 ed alla tariffa applicata nei mesi successivi.

“Finalmente è accertato quanto abbiamo più volte affermato e ricordato – ha dichiarato il presidente di Publiacqua, Filippo Vannoni. – Publiacqua ha sempre agito nel rispetto delle norme e della Convenzione di affidamento del servizio”.

Nel dispositivo della sentenza si legge che Publiacqua non ha messo in atto alcun comportamento illegittimo o illecito, non solo perché la società non ha potere nel determinare le tariffe, ma anche perché non ha tenuto comportamenti commerciali aggressivi e scorretti nei confronti di quegli utenti che avevano contestato l’applicazione delle tariffe stesse.

Publiacqua, viceversa, ha tenuto un atteggiamento corretto informando tutti coloro che avevano messo in dubbio la legittimità delle fatture, spiegando come le tariffe applicate fossero quelle approvate dagli enti preposti, e come fosse in definizione il nuovo metodo tariffario.

È significativo che solo nove utenti su 380mila abbiano promosso la class action.

Fonte: www.e-gazette.it

Comments are closed.