Fax Now: (925) 132-4545

Il think tank per l’eccellenza delle utility italiane

 

All’insegna della collaborazione con RSE la IV Edizione del Top Utility Award

“L’appuntamento annuale di Top Utility si arricchisce quest’anno di un importante tassello: la collaborazione con RSE. Questa realtà di riferimento per la community energetica nazionale, in grado di fare da ponte fra ricerca, imprese e istituzioni, ha permesso un ulteriore approfondimento della consueta indagine condotta da Althesys sugli aspetti di ricerca&innovazione. Elementi che riteniamo cruciali per il successo delle aziende fornitrici di servizi energetici”. Lo sottolinea il professor Alessandro Marangoni, direttore scientifico di Top Utility, che si terrà il 28 gennaio a Roma (si veda il primo articolo della newsletter). Come da tradizione, durante l’evento saranno anche conferiti i Top Utility Awards. I premi riconosciuti, oltre al vincitore “assoluto”, sono cinque: infatti sono previste specifiche graduatorie in base ai parametri di sostenibilità, alla capacità di comunicazione, , all’efficienza energetica, alla formazione delle risorse umane e all’innovazione tecnologica.

E proprio questa ultima variabile, in particolare, chiama in causa in prima persona il RSE. “È un onore per noi poter premiare le migliori performance in termini di ricerca&innovazione”, commenta Stefano Besseghini, AD di RSE. “Abbiamo fortemente voluto questa collaborazione con ALTHESYS e con il premio Top Utility, come parte di una più ampia strategia di osservazione ed attenzione alle esigenze di innovazione espresse dal settore industriale italiano che RSE persegue da qualche anno. Il settore delle utility nella sua variegata composizione, sia qualitativa che dimensionale, necessitava di uno strumento di ‘ascolto’ che fosse già ben rodato nella comprensione del settore. Fidiamo che dalla collaborazione avviata possano derivare spunti sia per orientare l’attività di ricerca di Rse che per meglio finalizzarne l’impiego dei risultati. E’ un modello vincente, che siamo fieri di fare conoscere anche all’estero, con i progetti cui partecipiamo in Europa”.

Comments are closed.